Come si prende in braccio un neonato

Come si prende in braccio un neonato? Come tenere in braccio un neonato?  Generalmente le mamme non si pongono questa domanda, una mamma istintivamente sa come tenere in braccio il proprio bambino. A chiederselo possono essere i papà o le persone che non hanno l’abitudine a rapportarsi con bambini così piccoli e all’apparenza così fragili. Quando poi vedi ostetriche ed infermiere gestire i neonati capisci che non sono così fragili come sembra.

Come si prende in braccio un neonato?

In questi giorni hanno fatto discutere alcune foto di Meghan Markle alle prese con il piccolo Archie durante una gita di famiglia. In molti hanno criticato il modo in cui teneva in braccio il figlio e come fosse poco sicura e a suo agio in quella situazione, quasi a voler insinuare che non lo sapesse tenere in braccio e che non fosse abituata a farlo. In tanti invece hanno pensato che la sua goffaggine fosse dovuta ad una nuova gravidanza che le rendeva i movimenti non fluidi.

Ma cerchiamo di capire come si deve tenere in braccio un neonato in modo sicuro.

Sostenere la testa del neonato

Una delle prime cose che ti dicono è quella di sostenere la testa del neonato. È davvero molto importante poichè fino a tre mesi le fasce muscolari di collo e dorsali non sono forti a sufficienza per sostenere autonomamente il peso della testa del bambino. Non tenere la testa del neonato in modo adeguato può essere davvero molto pericolo.

La testa di un neonato è la parte più pesante del suo corpo e, assieme al collo, è quella che ha bisogno di maggior supporto. Di solito si tiene delicatamente la testa con una mano. Usa il braccio destro per alzare il sedere, invece. Allo stesso tempo, sostieni la testa con l’altra mano.

Come prendere in braccio un neonato

Una delle cose che fa più paura ai chi non è un esperto di neonati è sollevare il bambino dalla culla o dal fasciatoio e prenderlo in braccio. In questo caso puoi farlo in due modi. Con la prima, tieni una mano sotto la testa e il collo del bambino e l’altra a sostenergli culetto e schiena, come fanno le ostetriche quando il tuo bambino è appena nato e te lo avvicinano perché tu possa vederlo. La seconda manovra per tirare su il neonato vede le due mani sotto le ascelle, con le dita che vanno a sostenere la testa e il collo.

Come tenere in braccio un neonato: le posizioni

Una volta preso in braccio la domanda che sorge spontanea è come tenere in braccio un neonato? Fermo restando che la cosa importante è mantenere la testa in asse le posizioni consigliate per tenere in braccio un neonato sono tre: pancia in giù con la testa appoggiata al nostro braccio. Questa posizione si usa generalmente per alleviare i doloretti di pancia del bambino dovuti alle coliche. Abbiamo poi la posizione della culla che crea un contatto visivo con il bambino e la posizione in verticale sempre mantenendo una mano dietro la testa del bambino e una sotto al sederino.

Mettere giù un neonato: come fare?

Anche in questo caso esiste una manovra per mettere giù il bambino in sicurezza e anche in questo caso una mano serve a sostenere la testa uè una’ala il sederino. Una volta che il bambino sarà posizionato nella culla si può poi metterlo nella posizione migliore.

Ti può interessare anche: