Come evitare l’esaurimento da mamma [VIDEO]

esaurimento mamme video

Le mamme sono sempre stanche perchè i bambini sono faticosi, per quanto bellissimi. Come evitare l'esaurimento da mamma? Ecco qualche consiglio per quando pensi "non ce la faccio più"!

[VIDEO CORRRELATO]

Mamma esaurita: sintomi dell’esaurimento da mamma

Quello della mamma è un ruolo bellissimo, ma al contempo estremamente difficile: nessuno te lo insegna. Puoi avere un modello di riferimento, puoi ascoltare i consigli delle persone di cui ti fidi, che ti stanno vicino, ma è sul campo che si impara. Con errori inclusi! Ebbene si, è proprio con l’esperienza che una mamma riesce a migliorarsi e ad affrontare questa nuova “avventura” più serenamente. È ovvio che le mamme devono armarsi di pazienza e di tanta tranquillità, perché devono mettere in conto che la loro vita diventerà molto più frenetica e “movimentata”. Ma anche più ricca d’amore. Gli impegni triplicano, le giornate iniziano prestissimo, la tranquillità diventa una presenza quasi “estranea”, un optional, mentre la stanchezza diventa la tua migliore amica. Insomma, un ruolo non facile, che strizza l’occhio a possibili “esaurimenti”, se così li vogliamo chiamare.

Ma quali sono questi famosi segnali dell’esaurimento da mamma? Se vi state chiedendo perché le mamme prendono tanto caffè (così pare), probabilmente è perché l’esaurimento è dietro l’angolo, già pronto a prendere il sopravvento. Del resto, tra pianti, capricci, pranzi, cene, lavoro, impegni e altre milioni di cose da fare, la caffeina potrebbe aiutare davvero ad avere più carica!

Un altro segnale? Ovviamente gli occhi rossi, stanchi, reduci da notti insonni passate tra pianti e cambi di pannolini. Tra l’altro, anche la memoria può sembrarci più debole, più vacillante, con l’impressione di avere enormi buchi difficili da riempire.

Un’altra sensazione tipica delle mamme è quella di fatica costante, di sonno perenne, un estraneo quest’ultimo che da troppo tempo non bussa alla porta. Un altro sintomo chiaro di eccessivo stress, o di “esaurimento da mamma”, è certamente una costante irritabilità. La sensazione di rispondere male anche quando non ce ne sarebbe bisogno diventa frequente. E tutto sembra provocare fastidio, anche cose che solitamente si tollerano.

Tra gli altri segnali, c’è un calo del desiderio rispetto al rapporto con il proprio partner, un aspetto considerato normale in vista della nascita del bimbo, e un aumento dell’ansia. Con l’aumento delle responsabilità, sembra incrementarsi anche una sensazione di paura, di apprensione costante, che crea dei problemi anche lì dove non ce ne sono.

Infine, tra gli altri sintomi non manca il senso di sfinimento, un notevole calo del rendimento e un senso di alienazione nei confronti degli altri.

Come aiutare una mamma esaurita e come evitare l’esaurimento da mamme

L’esaurimento colpisce quelle mamme oppresse dall’impossibilità di ritagliarsi dei momenti di isolamento dalla stancante routine che le vede protagoniste tutti i giorni. Insomma, è una condizione vissuta un po’ da tutte le mamme che faticano a trovare anche un quarto d’ora per leggere un libro in totale relax, senza dover pensare ai loro mille impegni. E da tutte le mamme che desiderano trascorrere anche un solo weekend con il marito per recuperare l’intimità persa dietro ai pannolini. Si sa, le mamme si fanno spesso assalire dai sensi di colpa, pensando di non fare mai abbastanza per i propri figli.

E allora, come si può evitare l’esaurimento da mamme? 

Bisogna vivere questo ruolo e queste responsabilità con più serenità, senza farsi affliggere dai sensi di colpa. Le mamme hanno la costante paura della transizione verso questo nuovo mondo, fatto di amore ma anche di tante difficoltà. La cosa importante è saper trovare un equilibrio tra la propria individualità e il ruolo di madre. Mettendo in conto che la mamma perfetta non esiste, che fare degli errori è umano, e che solo in questo modo ci si può migliorare. L’equilibrio, anche se difficile da raggiungere, diventa fondamentale per ritrovare la gioia e la serenità per svolgere al meglio il complicato ruolo di mamma e di donna.

Rinunciare alla perfezione è un sollievo, ma ciò non significa che le mamme debbano smettere di essere un modello per i propri bambini: si può esserlo contemplando anche degli sbagli, perché nel mondo reale nessuno è perfetto. Più le mamme si sforzano di essere multitasking, più si allontanano dalla serenità con la quale va vissuta la loro situazione. Insomma, la cosa importante da fare è scrollarsi subito di dosso l’ideale di super mamma, perchè non esiste e perché solo in questo modo si potrà raggiungere quell’equilibrio interiore in grado di portare un clima sereno e armonioso in tutta la famiglia.

Sarebbe opportuno prendersi anche un po’ di tempo, spendendolo per fare le cose che più si amano, per il bene dell’intero nido familiare. Gli stimoli esterni sono necessari per ritrovare la carica, e come mamme bisogna sempre alimentarli. Un’altra importante sfida è trovare l’equilibrio nel rapporto di coppia. Pensare al partner e recuperare dei momenti di intimità sarà fondamentale per mantenere la serenità.

Anche fare gioco di squadra in famiglia è considerata un’arma vincente. Le mamme non devono fare tutto da sole, ma è importante pensare alla divisione dei compiti, riuscendo così a trovare il tempo necessario per riposarsi e recuperare le energie!

Non ce la faccio più: guida rapida per non esaurirsi – il libro che può aiutarti

A rischio dell’esaurimento sono soprattutto quelle persone, come le mamme, perennemente sotto stress. Se i sintomi menzionati prima diventano sempre più frequenti, allora vuol dire che si sta avvicinando la cosiddetta “sindrome di Burnout”. Ecco di seguito tutte le tecniche consigliate per garantire in breve tempo un maggior rilassamento. Innanzitutto, è consigliato iniziare bene la giornata, con tranquillità e con organizzazione, evitando così di sprofondare nel caos assoluto. Inoltre, in situazioni di confusione, è fondamentale riacquistare la lucidità di pensiero per esempio rallentando il ritmo, individuando gli obiettivi, stendendo una lista delle cose da fare e stabilendo quali sono le priorità.

Non ce la faccio più

Un altro aspetto che si consiglia alle mamme in preda all’esaurimento è quello di assaporare i momenti, fatti o eventi felici o di pensare a quelli che vi attendono in futuro. Magari annotandoli su un foglio, oppure ripensandoci quando invece si presentano delle situazioni più complicate da affrontare e gestire.

Anche organizzare una serata tranquilla è un perfetto toccasana per staccare un attimo la spina e allontanare lo stress almeno per un po’. Una serata “a misura di bimbo” che vi farà distrarre dai numerosi impegni quotidiani.

Infine, ricordare episodi di riconoscenza, bontà e gratitudine potrebbe essere un buon rimedio per evitare l’esaurimento. Solo in questo modo, solo in questo modo si potranno ottenere feedback positivi. Inoltre, quando avete un cruccio o c’è qualche decisione importante da prendere, rallentate e prendetevi tutto il tempo necessario per riflettere. L’agitazione ostacola la risoluzione del problema, vincolando la mamma allo stress totale.

Infine, per sentirvi meglio e affrontare le vostre giornate impegnative si consiglia una dieta sana, fatta di proteine magre, cereali integrali, frutta e verdura fresca in abbondanza, e invece pochi zuccheri, carboidrati e alcol. E della regolare attività fisica. Prendersi cura di se stessi e della propria salute diventerà così un perfetto modello da seguire per i vostri figli.

 

Ti possono interessare anche: