I secondi figli sono più problematici. Lo dice uno studio

gelosia tra fratelli

Alcune ricerche dimostrerebbero che i secondi figli sono la pecora nera della famiglia, ovvero quelli più problematici.  Sembra confermato che i secondogeniti (soprattutto se si tratta di maschi) abbiano il 40% in più di probabilità di mettersi nei guai.

I secondogeniti danno molti più problemi rispetto ai figli maggiori?

Questa differenza comportamentale tra fratelli sembra essere dovuta a una differente attenzione che ci sarebbe nella crescita tra primo e secondo figlio. È proprio questa mancanza che provoca atteggiamenti al di fuori delle righe da parte dei bambini, che cercano in questo modo di richiamare l’attenzione da parte dei genitori. Quando nasce il primo figlio all’interno di una famiglia, il padre e la madre per forza di cose, prenderanno molto più tempo libero dal lavoro, proprio per concentrasi maggiormente sul bambino. questo è dovuto all’inesperienza che si ha nella crescita di un neonato.
PER APPROFONDIRE: Ecco perchè i secondi figli sono più ribelli

Quando nasce un secondo figlio, si è più preparati rispetto a prima. Si passa meno tempo con i bambino e si torna al lavoro molto prima, rispetto a quanto fatto con il primo neonato. Se il primogenito aveva tutto il tempo dei genitori completamente dedicato a lui, il secondogenito invece, lo dovrà dividere con il fratello. Questa figura potrebbe presa inoltre come punto di riferimento dal bambino, motivo che sempre secondo gli studi, potrebbe far crescere in maniera errata il secondogenito.

Il primogenito ha come modello di riferimento i genitori, che impara da loro a comportarsi in maniera responsabile il più velocemente possibile. Il secondogenito ha come riferimento il fratello o la sorella più grande, dei quali cerca di copiare le azioni ma senza successo.

Di conseguenza, sempre secondo gli studi, il figlio nato per primo avrà maggiori probabilità future di successo, mentre il secondo potrebbe avere problemi comportamentali, legati alla delinquenza e all’autostima.