Come fare la cacca dopo il parto: consigli per andare di corpo

cacca dopo il parto

Come andare di corpo dopo il parto se non riesci a fare la cacca

Questa è una di quelle cose, insieme a tante altre, che nessuno ti dirà mai spontaneamente. Poi non appena ti ritrovi in questa situazione e lo espliciterai a qualche amica capirai che è un’esperienza che ha coinvolto tutte: evacuare dopo il parto non è cosa semplice. Hai capito bene…non evacuare sinonimo di svuotare un edificio…chiamalo come preferisci…ma di quello si tratta…fare la cacca.

Dopo il parto tutte le funzioni vitali cambiano. La pipì potrebbe uscire da sola e molto spesso si ha la sensazione di non poterla controllare, il sonno diventa molto leggero, ma una delle esperienze che lascerà davvero il segno è quando ci si ritroverà a fare la cacca dopo il parto. La prima cacca dopo il parto sarà probabilmente un’esperienza davvero indimenticabile, per varie ragioni.

Feci dure dopo parto, è normale?

È assolutamente normale soffrire di stitichezza dopo parto naturale. Potrebbero infatti volerci alcuni giorni prima che il transito intestinale si riattivi. Non dimentichiamo che tutto il nostro organismo deve riassestarsi e anche i muscoli del perineo devo ritrovare la sensibilità e mobilità. Oltre questo dobbiamo dire che defecare dopo episiotomia non è cosa semplice e può essere molto dolorosa. Dopo il parto infatti si potrebbe soffrire di dolore all’ano.

Altra cosa da non sottovalutare è che l’intestino durante il parto spesso si svuota e quindi prima di risentire l’esigenza di andare in bagno potrebbero passare dei giorni. Il rallentamento rende difficile il percorso delle scorie nell’intestino e le feci diventano secche e compatte.

Dopo quanto si fa cacca dopo parto naturale

Non esiste un momento esatto. Può succedere anche una settimana dopo il parto. È importante che l’atto della defecazione avvenga naturalmente e in un momento di quiete. La cosa importante è non sforzarsi ma cercare di essere il più possibile rilassate.  Si consiglia di prendere uno sgabellino sul quale appoggiare i piedi in modo da facilitare la fase espulsiva. La flessione delle cosce favorisce l’apertura del bacino e il rilassamento del perineo e permette di rimettere in asse il retto con l’ano. Questa posizione favorirà un migliore svuotamento dell’ampolla rettale.

Lassativo post parto, quale scegliere per fare la cacca dopo il parto

Un rimedio molto efficace, nell’attesa che l’intestino riprenda la sua funzionalità, consiste nel porre in mezzo bicchiere di acqua tiepida tre prugne secche e lasciarle in ammollo tutta la notte per mangiarle il mattino. Mastichiamo lentamente subito dopo beviamo un bel bicchiere d’acqua un bicchiere d’acqua.

È bene evitare l’impiego di lassativi chimici, che possono causare disturbi gastrointestinali al bimbo se lo allattiamo al seno. Si può assumere il lattulosio: un cucchiaio al giorno, tutti i giorni per qualche tempo.

Quando il dolore al perineo sarà più tollerabile si potrebbe optare per un microclistere con glicerina e sostanze emollienti.

Ti possono interessare anche: