15 cose che mi mandano fuori di testa

fuori di testa

Ci sono dei periodi nei quali il mio grado di tolleranza raggiunge i minimi storici e ed è proprio in queste situazioni che riesco a prestare maggiore attenzione e a focalizzare le cose che davvero mi mandano fuori di testa. Questi periodi generalmente durano di più di una giornata, te li trascini anche per settimane senza riuscire a trovare sollievo neanche la sera una volta messi a letto i pargoli. Ti senti come un insetto intrappolato in una goccia d’acqua, quando usi tutte le tue forze per cercare di uscirne e vieni continuamente riportato dentro e così inizi a soccombere senza provare a cercare una soluzione. Quando arriva quel momento non hai altro da fare cche sperare che qualcuno ti venga ad aiutare…ma senza giudicarti, perchè sai di essere in errore e non hai bisogno che qualcuno te lo ricordi. E’ vero i figli li hai voluti tu ed è giusto che tu li cresca e ti occupi di loro,  ma è anche normale a volte arrivare a dei limiti di sopportazione tali da incrinare la tua sfera emotiva e farti vedere tutto nero.

fuori di testa

Ma cosa davvero del comportamento dei miei figli riesce a mandarmi fuori di testa?

1. Quando mi chiedono le cose urlando da un’altra stanza vado fuori di testa

Viviamo nella stessa casa, a pochi passi uno dall’altro. Perchè non vi scomodate da dove siete e venite a chiedermi le cose nella stanza in cui mi trovo? Perchè mi devo muovere per non avere nanetti urlanti per casa?

2. Mi chiedono la stessa cosa più e più volte. Vado fuori di testa.

Ovviamente se non ho risposto le prime 40 volte nelle quali me lo hai chiesto, o ti ho dato già una risposta, per favore non chiedermelo altre 12 volte perchè ormai esausta potrei atrrivare a perdere del tutto la testa.

3. Rispondere “no” o trovare una scusa quando chiedo loro di fare qualcosa.

Tu:”Siete pregati di mettere le scarpe.”
Tuo figlio:”Non ho bisogno di scarpe oggi.”
Tu:”Tu le metti. Stiamo per uscire”.
Tuo figlio: “No, non stiamo per uscire.”

4. Pretendono che io la pensi come loro…sempre. Vado fuori di testa

Tuo figlio: “Mamma, sta per piovere oggi?”
Tu: “No, non dovrebbe piovere per tutta la settimana.”
Tuo figlio: “Sì. Ho visto le nuvole  fuori, e piove. ”
Tu: “Non ci sono le nuvole fuori.”
Tuo figlio: “Beh, sì, ci sono.”

5. Quando non ascoltano vado fuori di testa

C’è qualcosa di molto più frustrante che parlare con qualcuno e non essere ascoltata? Magari ti guardano anche ma non ti rispondono.

6. Ripetermi.

Niente mi fa venir voglia di sbattere la testa contro il muro come dovermi ripetere 60 volte in 40 secondi. Non sono un imbonitore, voglio solo che i miei figli si lavino i denti.

7. Quando mi fanno una domanda che non sento e chiedo di ripeterla abbasseranno sempre di più la voce

Lo faranno apposta perchè non possono accettare che la loro mamma non li abbia sentiti, lo faranno per dispetto, per fare iln modo che io presti loro attenzione assoluta.

8. Dire il mio nome ogni due minuti.

Alcuni giorni, non credo passi un minuto tra un : “Mamma” e un altro. Ovviamente quando tu rispondi ” cosa c’è?” il silenzio regna sovrano.

9. Piagnistei.

Questo mi dà fastidio soprattutto quando si tratta di un caprioccio legato all’acquisto di qualcosa, non nel caso in cui ci sia un malessere fisico. Parlate senza piagnucolare per favore e tutto sarà più semplice.

10. Svegliarsi di notte.

E’ difficile per una mamma immaginare come potrà andare la notte. Se non è il Bambino A a svegliarsi, allora potrebbe farlo il Bambino B. Se non si tratta dei figli allora sono le preoccupazioni a tenermi sveglia oppure quello strana inspiegabile insonnia che ti viene quando potresti dormire.

11. Mettere piatti sporchi in un lavandino quando la lavastoviglie è vuota

Un piccolo passo in più, un risciacquo veloce e in lavastoviglie… perchè non riuscite a farlo… perchè…

12. Stare sveglia fino a tardi per avere del tempo per me

Lo faccio per me stessa quasi tutte le sere. Raramente infatti, se non mai, riesco ad avere tempo per me durante il giorno per guardare la TV, leggere un libro, o scrivere. L’unico momento in cui di sicuro riesco a fare tutto quello che voglio è dopo aver messo a letto i bambini. Ma il mattino dopo quando verrò svegliata all’alba mi pentio sempre di questa decisione.

13. Mettere nel cesto dei panni sporchi qualcosa di appena messo. Vado fuori di testa.

I miei figli amano cambiarsi molto spesso. Mettono una maglietta in casa e quando dobbiamo uscire chiedono di cambiarsi. Quella maglietta puntualmente finisce tra i panni da lavare.

14. Calzini spaiati

Esiste una legge fisica secondo la quali un paio di calzini sporchi non finirà nelaa sua completezza nello stesso cesto di panni sporchi. Alla fine di ogni lavaggio si formerà una pila di calzini spaiati e se sarai fortunato nel gioro di una settimana ne avrai rimessi in coppia il 50%.

15. L’esigenza di giocare contemporaneamente con tutti i giocattoli che possiedono

Non so i vostri ma i miei figli hanno una particolare idea del gioco…sembrano non divertirsi se non spalmano sull’intero pavimento tutti i giocattoli in loro possesso…