I cattivi Disney diventano Polly Pocket

Le Polly Pocket esistono dal 1983 e sono state inventate da un certo Chris Wiggs, un padre che voleva creare per sua figlia una bambola provvista di un mini-scenario portatile, Polly Pocket ebbe la sua primissima versione all’interno di un portacipria.
Wiggs vendette poi l’idea alla Bluebird, che cominciò a commercializzarla nel 1989 senza tenere conto di eventuali pericoli dettati dalla grandezza della bambolina. Il problema della pericolosità arrivò anni dopo, quando Polly Pocket era ormai un prodotto Mattel. Il colosso americano, dopo aver ottenuto i diritti di distribuzione agli inizi degli anni ’90, acquisì definitivamente il marchio nel 1998, riprogettandolo completamente. La bambolina diventò più grande, e soppiantò i mini-mondi, che non vennero più prodotti a partire dal 2002.
A causare problemi di sicurezza furono invece dei vestitini magnetici, introdotti quando il prodotto era già ormai in pieno declino. Nel 2006, dopo che alcuni bambini li ingerirono, Mattel ritirò dal mercato oltre 4 milioni di pezzi.

(grafica 3d di Jan Koudela | courtesy: TheToyZone)

Oggi Polly Pocket esiste ancora, siamo tornati ad una sorta di mini-mondi, ma diversi da quelli con i quali giocavamo da bambine. Poi ci sono vere e proprie opere d’arte come quelle realizzate dal designer e artista ceco Jan Koudela sono infatti opere di grafica 3D, commissionate dal sito TheToyZone, specializzato in recensioni di giochi e giocattoli.

(grafica 3d di Jan Koudela | courtesy: TheToyZone)

Koudela, che già qualche mese fa aveva riservato lo stesso trattamento ad alcune celebri case di film e serie tv (dai Simpson a Stranger Things, dai Tenenbaum a Shinging, da Il Signore degli Anelli a Friends), stavolta si è spostato su quelli che, tutto sommato, sono i personaggi più interessanti dei lungometraggi Disney: Ursula de La Sirenetta, Grimilde di Biancaneve, Capitan Uncino di Peter Pan, Crudelia De Mon de La carica dei cento e uno, Malefica de La bella addormentata nel bosco e Stinky Pete di Toy Story 2 — ciascunǝ di loro col proprio mini-mondo tascabile.

Ti puo interessare anche: