Coco: il nuovo film di animazione Pixar [VIDEO]

Coco è l'ultimo film firmato Pixar, e il suo primo teaser ci mostra un sacco di cose fantastiche, tra le quali uno stile grafico stupendo e la promessa di una bellissima colonna sonora


[VIDEO CORRELATO]
Coco è l’ultimo film firmato Pixar ed oggi possiamo apprezzare il teaser in italiano. Mostra un sacco di cose fantastiche, tra le quali uno stile grafico stupendo e la promessa di una bellissima colonna sonora.

COCO: Trama

Coco ci porta in un variopinto villaggio messicano, animato dai preparativi per il Dìa de Muertos e dalla musica delle orchestrine che inonda le strade. Il dodicenne Miguel vorrebbe immergersi nei festeggiamenti strimpellando la sua chitarra sconquassata, ma sulla famiglia Rivera aleggia una maledizione che impedisce ai componenti di imbracciare strumenti musicali. Il divieto, imposto decenni prima dalla bisnonna Imelda, non riesce a tenere Miguel lontano da corde e arpeggi. Né lo frena dal venerare e imitare le melodie del suo cantante preferito, il leggendario Ernesto de la Cruz. Destinato a raccogliere l’eredità familiare ed entrare nel business delle calzature, il ragazzino preferirebbe incorrere nell’ira degli antenati piuttosto che incollare suole e lucidare scarpe per la vita. Così, nel giorno della festa che celebra i defunti, trafuga la chitarra magica appartenuta al suo idolo e finisce in una dimensione tanto fiabesca quanto misteriosa. Il mondo dei morti appare come una gigantesca metropoli verticale: collegata da tram, regolata da uffici e sportelli, e popolata da arzilli scheletri luccicanti. Miguel lo visiterà con la guida dell’affascinante spirito Hector alla scoperta del segreto che si cela dietro alla sua famiglia.

(Fonte: Coming Soon)

COCO: Data di uscita al cinema

Coco è diretto da Lee Unkrich, Adrian Molina, con Mara Maionchi e Valentina Lodovini. Uscita al cinema il 25 dicembre 2017.

Le polemiche sul film in uscita COCO e IL LIBRO DELLA VITA

Eppure il nuovo trailer ha fatto nascere anche un sacco di perplessità vista la somiglianza con il lungometraggio di animazione “Il libro della vita”, uscito nel 2014 e diretto da un animatore messicano Jorge R. Gutierrez.

Coco uscirà nelle sale italiane il 25 dicembre, e da quello che si vede sembra davvero avere molto in comune con il film uscito tre anni fa.

Gutierrez ha espresso sostegno per i suoi amici e colleghi del settore della Pixar, e non si è mostrato infastidito dalle molte similitudini, ha detto infatti “Scherzi a parte, ho un sacco di amici che lavorano su Coco e auguro loro tutto il successo”, ha detto su Twitter.

Il sostegno esplicito del regista de “Il libro della vita” era in netto contrasto con la risposta dei difensori del suo film. I fan si sono infuriati quando Disney Pixar ha parlato dI Coco come di un’ “idea unica” di amore e di perdita, fatto nello stile colorato dell’arte popolare messicana – che descrive la tradizione proprio de il libro della vita, anche. Entrambi i film raccontano di un’avventura nella Terra dei morti viventi, con la musica come vera protagonista.

Recensioni Coco

Quello che uscirà il 28 dicembre è già stato preannunciato come il nuovo ed ennesimo capolavoro della Pixar. Si tratta di un film che affronta due temi in particolare, l’amore e la morte, parti integranti delle vicende narrate. Viene raccontata la storia di un bambino che vuole tornare alla musica, ma che suo malgrado resta imprigionato in quello che è il volere della famiglia. Per i critici si tratta di un film non adatto a bambini di età inferiore ai dieci anni, a chi non è cresciuto, ma soprattutto a quei genitori che tentano di far conciliare i propri sogni con quelli dei loro figli.

Alcuni dei media più importanti d’Oltreoceano lo ritengono “lo sforzo più grande della Pixar dopo Inside Out, uno dei film emotivamente più forti.” I commenti sono stati positivi anche a proposito di una perfetta cura del dettaglio narrativo ed estetico. La Pixar è riuscita a prendere alcuni dei sentimenti più forti e crudeli, come il dolore e il senso di perdita, e a trasformarli in una forza vitale travolgente, caratterizzata da quella particolare esuberanza e da quei colori accesi tipici della cultura messicana, protagonista del film.

La Pixar, anche in questo caso, è dalla parte dei più piccoli, di quelli che comprendono forse più di tutti gli altri. Riesce ancora una volta a conquistarsi questa immensa e magnifica fetta di pubblico divertendo ma anche emozionando, riuscendo a trattare argomenti delicati come la morte con una spensieratezza e un’allegria incontenibili. Questo perchè anche la morte è protagonista del film, come allo stesso modo è protagonista delle nostre vite, e bisognava trovare il modo giusto per affiancare ai bambini un tema del genere. E tutto è avvenuto con grande delicatezza e grande divertimento!

Con questo film, la Pixar riuscirà sicuramente ad arrivare al cuore di tantissime persone, sia grandi che piccoli, narrando una storia in cui si celebra la famiglia, ma soprattutto il ricordo. È soltanto amando in vita che saremo in grado di lasciare un segno nell’animo delle persone a noi vicine e delle generazioni che verranno dopo di noi.